Dopo un’introduzione teorica sul mindmapping e sulle altre tipologie di mappe, vengono illustrate alcune applicazioni pratiche. Poi si invitano i partecipanti a costruirne una, partendo da un testo universitario o normativo.

Che cos'è il Mindmapping?

Il mind mapping è un metodo di rappresentazione grafica del pensiero attraverso parole e immagini secondo una struttura gerarchico-associativa, che si sviluppa in senso radiale in analogia alla struttura del neurone.

Il metodo, messo a punto dal cognitivista inglese Tony Buzan, si basa sulla capacità naturale della mente di associare idee e pensieri in maniera non lineare.

Permette così di sfruttare al meglio le potenzialità del nostro cervello, che elabora le informazioni in modo non solo logico, razionale, ma anche globale, creativo, intuitivo, ed emotivo.

Il mind mapping, attraverso l’organizzazione di parole chiave e immagini, favorisce il processo creativo, che richiede l’alternanza tra pensiero logico e analogico. In tal modo il mind mapping visualizza nessi difficili da rendere con la scrittura alfabetocentrica, per sua natura, lineare e sequenziale.

A cosa serve il Mindmapping?

Il mind mapping è utile per sapersi orientare nel territorio della conoscenza, avere una visione d’insieme e costruire un’efficace architettura dell’informazione.
E’ molto utilizzato in contesti organizzativi complessi, poiché favorisce il lavoro di gruppo, oltre a quello individuale.
Si applica in diversi ambiti, come ad esempio:

  • analisi: rappresentare, valutare e comparare varie idee in fase di problem solving
  • organizzazione: raccogliere informazioni necessarie, strutturare attività, assegnare tempi
  • creatività/innovazione: generare idee, facilitare il confronto, accelerare il passaggio dalla fase di elaborazione a quella esecutiva
  • documentazione: mettere in luce l’architettura dell’informazione e scrivere in modo efficace documenti; progettare una presentazione
  • comunicazione: veicolare le informazioni in modo semplice e intuitivo evidenziando i collegamenti logici, facilitando la dialettica e il confronto.

A chi è rivolto?

  • Studenti
  • Docenti
  • Professionisti
  • del settore legale

Perché il Mindmapping all’università?

PARTECIPA AL PROSSIMO LABORATORIO DI MINDMAPPING!

LABORATORIO DI RI-SCRITTURA LEGALE

Il plain language e l’importanza
di farsi capire

Dopo l’illustrazione dei principi del plain language e del suo uso nella professione legale, i partecipanti si esercitano a riscrivere dei testi giuridici, traducendo il ‘legalese’ in un linguaggio chiaro e semplice.

Continua a leggere →

LABORATORIO DI LEGAL DESIGN

Rendere il diritto più accessibile e comprensibile

In un workshop di mezza giornata giuristi, designer e architetti dell’informazione lavorano insieme per ripensare struttura e linguaggio di un documento giuridico e crearne una versione più comprensibile.

Continua a leggere →

LEGAL DESIGN

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Leggi la nostra privacy